FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Documentazione clinica tra errori di trascrizione e necessità di controllo manuale

31.07.2018

L'Articolo procede all'analisi degli errori nei documenti clinici che vengono dettati con l'assistenza di uno specifico software di riconoscimento vocale e da trascrittori professionali.

Ma quanto sono accurati i documenti clinici che vengono dettati e creati dal software di riconoscimento vocale, editati da trascrittori medici professionisti, e revisionati e firmati dai medici?

Tra 217 note cliniche selezionate a caso da 2 organizzazioni sanitarie, il tasso di errore era del 7,4% nella versione generata dal software di riconoscimento vocale, lo 0,4% dopo la revisione del trascrittori e lo 0,3% nella versione finale firmata dai medici.

Tra gli errori in ciascuna fase, il 15,8%, il 26,9% e il 25,9% riguardavano le informazioni cliniche, e il 5,7%, l'8,9% e il 6,4% erano clinicamente significativi, rispettivamente.

Un tasso di errore osservato superiore al 7% nei documenti clinici generati dal riconoscimento vocale dimostra quindi l'importanza dell'elaborazione e revisione manuali al fine di garantire sicurezza e qualità delle cure.

» Jama.com: "Analysis of Errors in Dictated Clinical Documents Assisted by Speech Recognition Software and Professional Transcriptionists"

Vai all'archivio

Inizio pagina