FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Nuove strategie per pazienti ricoverati con HIV e tubercolosi

02.08.2018

La tubercolosi rimane la causa principale di mortalità nei pazienti con HIV a livello globale, tenendo conto di una stima di 374.000 morti nel 2016.

In molte parti dell'Africa sub-sahariana, la maggior parte dei pazienti ospedalizzati sono sieropositivi e la tubercolosi è la causa principale di entrambe le cause di ricovero (18-29%) e morte in ospedale (21-33% negli studi di coorte e il 32-67% negli studi autoptici).

La diagnostica subottimale può rappresentare un contributo importante a fronte di esiti negativi indotti dalla tubercolosi associata all'HIV.

La tubercolosi è comunemente diffusa, si presenta con caratteristiche cliniche non specifiche e viene diagnosticata solo prima della morte nella metà dei casi con esito fatale.

Anche la diagnosi attraverso la cultura micobatterica, l'attuale gold standard, è troppa centralizzata e lenta per essere clinicamente utile. Microbiologia e radiografia del torace spesso non sono disponibili in molte strutture o condizioni organizzative africane.

Il dosaggio Xpert MTB / RIF, che fornisce un rilevamento robusto e rapido del Mycobacterium tuberculosis attraverso gli acidi nucleici dall'espettorato, è stato ampiamente razionalizzato e decentralizzato, ma i pazienti con HIV-associati alla tubercolosi tendono a presentare un micobatterio a concentrazioni relativamente basse nelle secrezioni polmonari e difficoltà nella raccolta dell'espettorato.

Al contrario, l'urina può essere facilmente ottenuta da pazienti ricoverati in ospedale ed è adatto per la diagnosi rapida della tubercolosi utilizzando il test del dosaggio di flusso laterale lipoarabinomannan (LF-LAM) o XpertMTB / RIF.

Sebbene l'urina non sia un campione raccomandato dall'OMS per Xpert, gli studi riportano alta specificità per la diagnosi di tubercolosi nei pazienti HIV positivi.

» The Lancet: "New strategies for inpatients with HIV and tuberculosis"

» The Lancet: "Rapid urine-based screening for tuberculosis in HIV-positive patients admitted to hospital in Africa (STAMP): a pragmatic, multicentre, parallel-group, double-blind, randomised controlled trial"

Vai all'archivio

Inizio pagina