FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

Permangono alti gli ostacoli per la ricerca nei negoziati per bilancio USA 2018

08.09.2017

Mentre il Congresso discute come finanziare il budget del governo americano del prossimo anno, gli scienziati sperano che la spesa per la ricerca non venga ridotta.

I negoziati di bilancio iniziano quando il Presidente propone un piano di spesa al Congresso. Questo piano è di solito visto più come lista di priorità dell'Amministrazione che però il Congresso non è obbligato ad accettare.

I Comitati del Senato e della Camera dei Rappresentanti riesaminano la richiesta di bilancio per le varie agenzie che sono incaricati di sorvegliare, svolgendo una serie di udienze con le loro Direzioni generali.

Una volta che ciascuna Camera ha definito la sua delibera di bilancio, i due atti legislativi devono essere coordinati in uno soltanto. Durante questo processo il contesto di riferimento può anche mutare.

Ad esempio, il presidente Donald Trump vuole che il Congresso approvi gli aiuti federali di emergenza per aiutare le migliaia di vittime dell'uragano Harvey in Texas. Mentre i milioni di dollari di risparmio che i repubblicani si aspettavano dall'abrogazione del Patient Protection and Affordable Care Act (Obamacare) non si sono neanche materializzati, dato che i tentativi in questo senso del Presidente Trump sono stati tutti bocciati dal Congresso.

» The Lancet: "High stakes for research in US 2018 budget negotiations"

Vai all'archivio

Inizio pagina