FSK utilizza i Cookies per migliorare la vostra esperienza su questo sito. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web, senza modificare le impostazioni dei Cookies, acconsentite all’utilizzo degli stessi.
Se volete saperne di più su come li utilizziamo, vi invitiamo a consultare la nostra Cookies policy.

Fondazione Smith Kline

 

CDC USA: Linee guida generali sulle migliori pratiche vaccinali

26.03.2019

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano la vaccinazione di routine per prevenire 17 malattie prevenibili dai vaccini che si verificano nei neonati, bambini, adolescenti o adulti.

Questo Rapporto CDC fornisce informazioni per i medici e altri operatori sanitari sulle preoccupazioni che sorgono comunemente quando si vaccinano persone di età variabile. Fornitori di tecnologie sanitarie e pazienti devono affrontare numerosi problemi, come il calendario di somministrazione di ciascuna dose, lo screening per le eventuali controindicazioni e le relative precauzioni, il numero di vaccini da somministrare, i bisogni educativi di pazienti e del loro genitori, e l'interpretazione e la risposta a eventi avversi. Gli erogatori delle vaccinazioni dovrebbero infatti aiutare i pazienti a comprendere il corpus sostanziale di informazioni (occasionalmente conflittuali) sulle vaccinazioni e sulle modalità di vaccinazione.

Questa guida alle migliori pratiche di vaccinazione è destinata ai medici e altri operatori sanitari che vaccinano i pazienti in vari contesti, tra cui ospedali, farmacie, scuole, centri sanitari e cliniche pubbliche. Le linee guida aggiornate includono 1) nuove informazioni sulla vaccinazione simultanea ed eventuali convulsioni febbrili; 2) miglioramento della definizione di "precauzione" per includere qualsiasi condizione che possa confondere l'accuratezza diagnostica; 3) conferma che se un paziente non è gravemente malato, la vaccinazione durante il ricovero è una buona pratica; 4) caratterizzazione più descrittiva dell'allergia anafilattica; 5) incorporazione di protocolli per la gestione dell'allergia anafilattica; 6) valutazione di un percorso alternativo (sottocutaneo anziché intramuscolare) per la vaccinazione contro l'epatite A; 7) un limite di età di 12 anni fino a 17 anni per convalidare una dose di vaccino intradermico per l'influenza; 8) eliminazione di gran parte delle operazioni ridondanti: dallo stoccaggio, alla manipolazione, comprese le unità di archiviazione, il monitoraggio della temperatura e le date di scadenza (perché questo contenuto è ora codificato e continuamente aggiornato nel Vaccine Storage and Handling Toolkit del CDC, disponibile all'indirizzo www.cdc.gov/vaccines/hcp/admin/storage/toolkit/index.html ); 9) incorporazione di linee guida di Infectious Diseases Society of America sulla vaccinazione di persone con immunocompetenza alterata; 10) tempistica della somministrazione intramuscolare in pazienti con disturbi emorragici; 11) dati aggiornati sulla politica di registrazione delle vaccinazioni; 12) impatti aggiuntivi della legge Affordable Care (1,2) sulla vaccinazione per adulti; e 13) informazioni di contatto programmatiche aggiornate sul materiale di partenza per le informazioni generali relative al vaccino.

Infine, questo Rapporto aiuterà i fornitori di vaccini a valutare i benefici e i rischi del vaccino, ad usare le pratiche di somministrazione raccomandate, a capire le strategie più efficaci per assicurare che la copertura vaccinale nella popolazione rimanga elevata e comunichi l'importanza della vaccinazione per ridurre gli effetti delle malattie prevenibili con la vaccinazione. Queste linee guida sulle migliori pratiche sono, evidentemente, destinate all'uso negli Stati Uniti: la disponibilità, l'uso e le circostanze epidemiologiche dell'uso dei vaccini potrebbero differire in altri paesi e potrebbero di conseguenza richiedere orientamenti diversi.

» General Best Practice Guidelines for Immunization


Fonte: https://www.cdc.gov/


Vai all'archivio

Inizio pagina